Luoghi da visitare

LUOGHI DA VISITARE
CHIESE

Natività di Maria SS che anticamente era una piccola Cappella che venne ricostruita tra il 1600 e 1700 D.C. Solo in un secondo momento, intorno al 1° centenario della Parrocchia si costruì il Campanile. La porta della Chiesa è tutta in bronzo , racchiude sei episodi della vita di San Rocco ed è stata scolpita nel 1995 da Tonino Santeusanio , proveniente da Crecchio.  Nel 1969 la Chiesa parrocchiale ed il campanile sono stati riconosciuti edifici  di interesse storico-artistico .

Chiesa della Madonna del Ponte, prima sede della Parrocchia, definita così perché secondo alcuni la Madonna fungeva da ponte che collegava il mondo terreno a quello celeste. Essa risale al XV secolo. Chiamata anche “Chiesa vecchia”, in ricordo dell’antica parrocchia, andata distrutta nei bombardamenti del 1943, e quindi ricostruita nel 1956, in fondo al lungo viale di via Istonia. L’interno presenta un’unica navata, con copertura a capriate lignee. In una nicchia marmorea dell’altare si conserva una bella statua lignea policroma raffigurante la Madonna col Bambino, attribuita dallo storico Verlengia al XV secolo. Al 1973 risale l’organo a canne, mentre il mosaico fiorentino che decora la lunetta sovrastante il portale è del 1982.

Chiesa della Madonna della Divina Provvidenza a Montalfano iniziata a costruire nel terzo decennio del XX secolo, la chiesetta fu portata a termine alla fine della seconda guerra mondiale.

Tra i Palazzi di interesse storico-artistico si ricordano:

Palazzo Chinni, via Cairoli prima costruzione del XVI secolo, purtroppo distrutta recentemente da privati
Palazzo Bellano via XX Settembre. Residenza signorile della prima metà del XIX secolo. L’attuale struttura è il risultato di rifacimenti susseguitisi nel corso del XX secolo: al 1927 risale il rivestimento ad intonaco, al 1953-54 la facciata. Da notare le inferriate dei balconi, disegnate e realizzate a Genova.

Palazzo Boschetti (Don Ciccio) in via Silvio Spaventa
Costruita nel XV secolo, l’attuale struttura si presenta come il risultato dei rifacimenti attuati nel corso del XVII sec., mentre la facciata esterna è in parte occultata dal pesante restauro del secolo scorso.

Palazzo Marchione, in corso Mazzini (accanto al quale vi è un giardino che accoglie una fontana antica con la classica forma circolare, in origine situata in via Istonia).
Residenza signorile costruita nella seconda metà del XIX secolo, è ora sede del Comune, che si occupò della sua ristrutturazione quando gli fu donato, purtroppo danneggiato dai bombardamenti del 1943. A quella data risale anche la sua sopraelevazione, mentre il restauro occultante delle facciate risale agli inizi degli anni ‘80.

Casa padronale Di Stefano-Bellano via XX Settembre Costruito intorno alla metà del XIX sec. dalla famiglia Colantonio e sede di un’osteria nella prima metà del secolo successivo, il palazzo è attualmente di proprietà della famiglia Di Stefano, che ne ha curato, nel 1989, il restauro in stile.

Palazzo Travaglini (Scarpe Grosse) via XX Settembre. Eretta agli inizi del XX secolo, la residenza signorile ha subìto una ristrutturazione alla fine degli anni ’80 del secolo scorso, consistente nella sostituzione degli infissi, ora in alluminio. Nella stessa occasione i magazzini situati al piano terra sono stati invece adibiti a uffici. Degne di nota le decorazioni delle volte interne.

Monumenti

Monumento ai caduti di tutte le guerre presso la Villa Comunale e Stele alle vittime del bombardamento nel novembre del 1943 in zona Crocetta.

Siti di Interesse Comunitario: Fiume Trigno, Treste, C.da Pozzacchio.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Per negare il consenso e lasciare questo sito clicca qui. Cliccando su "Ok" acconsenti all'uso dei cookie. Continuando ad utilizzare questo sito acconsento all’uso dei cookie. Puoi prendere visione dell'informativa estesa sull'uso dei cookie cliccando qui.
x